Centro di Studi trasversali su Teatro e interculturalità (TraTeÀ)

Il Centro promuove la ricerca su temi interdisciplinari concernenti la cultura teatrale, l’esperienza artistica come percorso psicopedagogico per la formazione dei mediatori linguistici interculturali, e il carattere performativo dell’atto letterario e della sua ricezione

Lo scopo del Centro TraTeÀ è promuovere e coordinare la ricerca su teatro e traduzione, in particolare sulla drammaturgia contemporanea, il teatro di narrazione come messa in scena dialogica della memoria storica, e le nuove forme di drammaturgia radiofonica per stimolare nelle nuove generazioni il multilinguismo e negli adulti la formazione permanente.

Le finalità sono le seguenti, come descritte più in dettaglio nell’allegato "Buone Pratiche di didattica innovativa":

- Promuovere e coordinare la ricerca su teatro e traduzione, con particolare attenzione alla drammaturgia contemporanea, al teatro di narrazione come messa in scena dialogica della memoria storica e alle nuove forme di drammaturgia radiofonica.

- Favorire la praxis della traduzione teatrale e delle arti performative per stimolare nelle nuove generazioni il multilinguismo e negli adulti la formazione permanente.

- Organizzare e coordinare le attività laboratoriali propedeutiche alla realizzazione della Rassegna di Teatro Universitario SSenzaLiMITi in lingua straniera. La metodologia applicata nei laboratori (Empathy Training Program) è volta a sviluppare l’empatia etnoculturale e l’intelligenza sociale. Competenze trasversali che dilatano gli orizzonti formativi e stimolano nuove sfere emozionali e motivazionali verso le culture altre. In questo modo il teatro trasforma il palcoscenico in un’aula intelligente (aula-palcoscenico). La Rassegna è nata nel 1992 e nel corso degli anni si sono formati gruppi di teatro in lingua araba, bulgara, cinese, francese, giapponese, inglese, italiana, portoghese, russa, slovacca, spagnola e tedesca, coordinati da docenti e personale del Dipartimento DIT.

- Consolidare i rapporti con il territorio (Scuole primarie, secondarie inferiori e secondarie superiori, Comune, Provincia, Regione, Casa circondariale, associazioni culturali, compagnie teatrali, ecc.).

- Potenziare le collaborazioni internazionali avviate in questi anni e intraprendere nuovi contatti con altri soggetti, nazionali ed internazionali, che si occupano di ricerca nei campi della didattica del teatro e della comunicazione interculturale.

La dimensione aperta e dinamica del Centro ha avuto forti ricadute sul territorio, favorendo il dialogo tra diverse realtà legate alla città di Forlì (Università, Scuole elementari, medie inferiori e superiori, Comune, Provincia, Biblioteca comunale, Azienda Sanitaria Locale, Casa circondariale, associazioni, compagnie teatrali, ecc.).

La metodologia didattica elaborata dal Centro sulla base dei progetti scientifici finora realizzati è stata valutata positivamente dalla comunità accademica internazionale ed è stata applicata nei seguenti atenei:

  • Universidad de Caldas;
  • Departamento de Artes Escénicas (Colombia)
  • Universidad de Quintana Roo (Messico).

Il Centro ha istaurato una rete di collaborazione scientifico-didattica con svariate università e centri di ricerca, sia italiani che internazionali.

Responsabile scientifico

Maria Isabel Fernandez Garcia

Professoressa associata

Membri del centro

Ahmad Addous

Ricercatore confermato

Adele D'Arcangelo

Professoressa associata

Francesca Gatta

Professoressa ordinaria

John Patrick Leech

Professore associato confermato

Rafael Lozano Miralles

Professore ordinario

Marco Mazzoleni

Professore ordinario

Roberto Menin

Professore ordinario

Sandro Moraldo

Professore associato

Licia Reggiani

Professoressa associata confermata

Mariachiara Russo

Professoressa ordinaria

Svetlana Slavkova

Professoressa associata confermata

Motoko Ueyama

Professoressa associata

Serena Zuccheri

Professoressa associata

Marie Line Zucchiatti

Collaboratrice ed esperta linguistica di lingua madre: francese

Torna su